Seleziona una pagina

Questo inizio di 2019 ha visto ULIS, l’Università di Tor Vergata, Master Memis e il CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza) protagonisti di una densa tre giorni imperniata tutta sui temi principali legati alla valutazione di impatto sociale. Proseguendo un percorso di ricercazione iniziato giusto un anno fa, il team di progetto congiunto ha compiuto un passo importante: un test con 3 delle maggiori organizzazioni del network (La Grande Casa, Open Group.  Comunità Progetto Sud) Dalla Lombardia alla Calabria, passando per l’Emilia-Romagna, i partecipanti hanno potuto vedere quali sono i passi da fare e gli strumenti da usare per arrivare ad impostare e realizzare una vera e propria valutazione del valore sociale generato, tanto pensando all’organizzazione “tout court” che accendo i riflettori sui servizi o progetti erogati. Un percorso importante perché non si limita al solo tema dell’ impatto sociale, ma inquadra quest’ultimo alla luce di un modello che tiene insieme sostenibilità economica, modello di business e stakeholder engagement per lo sviluppo e la crescita delle imprese sociali.

I ritorni sono stati, pur tenendo conto di contesti specifici molto diversi – si pensi solo alla variabile “territorio” – molto incoraggianti. Ambiti quali la sostenibilità economica, la capacità di essere valutati, l’impostazione necessaria alla valutazione d’impatto del servizio/progetto sono stati esaminati a fondo, e tradotti in passi operativi possibili alla luce dei dati effettivamente disponibili. In tutte le sessioni le persone partecipanti, dai ruoli del tutto diversi, hanno apportato un decisivo contributo di conoscenza, esperienza, entusiasmo.
Nelle prossime settimane verranno presentati i risultati concreti ottenuti, in un evento che si terrà a Roma il 1 Febbraio, impostato un ulteriore allargamento del discorso a tutti i principali servizi erogati dalle organizzazioni, messo a fuoco un possibile modello di valutazione per CNCA. Il tutto alla luce dell’evoluzione di Open Impact, la piattaforma digitale che presto ospiterà, valorizzerà e renderà facilmente scalabile quanto ad oggi fatto in modo analogico.
Keep in touch!, ci sarà da divertirsi.