Seleziona una pagina

“Il gioco è una roba seria. Anzi tremendamente seria”
(Jean Paul)

E che sia davvero tale i soci fondatori di ULIS lo hanno sperimentato sulla propria pelle durante lo Spring Camp di Coder360, l’innovativo percorso multidisciplinare promosso da Ulis che mescola coding, humanities e management, in cui, al termine di uno sfidante workshop di 3 giorni condotto da Leonardo Previ (presidente di Trivioquadrivio), hanno ottenuto la certificazione di facilitatori della metodologia LEGO® SERIOUS PLAY® (LSP).

LSP è una metodologia di facilitazione e sviluppo organizzativo, sviluppata di concerto tra la Business School di Losanna e la LEGO® e fondata sull’uso dei mattoncini LEGO® come supporto metaforico al confronto e ai processi decisionali. Una metodologia sperimentata in decine di organizzazioni e che basa la propria forza su un assunto tanto semplice quanto rivoluzionario: pensare con le mani.
Basata sugli studi di Piaget e sul Costruzionismo, la metodologia LSP aiuta gruppi e team a far emergere istanze, bisogni e desiderata, facilita la condivisione di obiettivi e orienta all’azione. Il tutto grazie a un ritorno alla manualità che porta la riflessione e il pensiero in luoghi altrimenti inaccessibili, attingendo alle riserve di creatività che ciascuno di noi possiede, ma che molto spesso dimentichiamo di avere. La forza delle metafore, che è alla base della metodologia LSP, porta infatti i partecipanti a costruire con le proprie mani un modello tridimensionale del tema in gioco, sia esso strategico, operativo o relazionale.

Il motto “hands on bricks!” è stato preso molto sul serio in quel di S. Leonardo al Palco, sede del Camp e del corso.

Il tema scelto per il workshop è stato quanto mai sfidante ed importante: condividere gli elementi chiave della nuova edizione di Coder360. Gli “ulissi”, accompagnati in questo gioco molto serio dalla compagnia ed intelligenza di Santiago Martin Caravaca, collaboratore di Trivioquadrivio ed esperto di Legal Human Centric, hanno cucinato la ricetta LSP, basata sui seguenti elementi:

• costruzione
• attribuzione di significato
• racconto di una storia

Il processo di condivisione attivato dal workshop ha permesso di lavorare sui diversi punti di vista, che sono stati poi sintetizzati in una visione condivisa del tema, che in ultimo ha portato alla elaborazione di veri e propri principi guida.

La metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®, infatti, essendo non visione ma aspirazione, permette di ottenere dei Simple Guiding Principles immediatamente applicabili. Da oggi ULIS può servirsi di uno strumento importante per dare più forza ai percorsi di accompagnamento e attivazione di esperienze di innovazione sociale. Reincantare il mondo è ora un poco più facile.