Seleziona una pagina

Praticare l’utopia come possibilità. Reincantiamo il mondo.

Praticare l’utopia come possibilità. Reincantiamo il mondo.

Praticare l’utopia come possibilità. Reincantiamo il mondo.

MISSION

Sosteniamo processi di cambiamento generativi di innovazione sociale. Crediamo nel potenziale delle relazioni per raggiungere le ricchezze del possibile, attraverso la rigenerazione della catena del valore, con al centro le persone. Coniughiamo cultura digitale ed impatto sociale, nuove forme di sostenibilità e desideri umani, ingegno collettivo e bisogni

S’alza il vento!… Affrontiamo la vita (Paul Valery)

I NOSTRI VALORI

Mettiamo la persona umana al centro del nostro agire. Abbiamo scelto di essere una cooperativa perché crediamo nella collaborazione e nella condivisione come leva per il cambiamento sociale e come strumento per valorizzare le competenze delle organizzazioni. Crediamo nella magnitudo dell’ingegno collettivo e nella sua capacità di produrre idee, proposte, soluzioni “buone in sé e buone per la società nel suo complesso” (Libro Bianco dell’Innovazione Sociale, Robin Murray, Julie Caulier Grice, Geoff Mulgan). Guardiamo al digitale non come strumento, ma come un commons capace di generare valore e impatto per le comunità sui territori.

COSA FACCIAMO

Digital Transformation

Program or be programmed. Il monito di Ruskhin non potrebbe essere più attuale: il digitale è la koinè del XXI secolo, il linguaggio di senso con cui costruire nuove proposte di valore e nuove strategie di resilienza. Da questo punto di vista la trasformazione digitale è un imperativo categorico per ogni organizzazione pubblica e privata che aspiri a rimanere rilevante nel contemporaneo. Per noi pensare digitale vuol dire pensare in modo aperto e inclusivo, vuol dire integrare Internet nei più profondi meccanismi di creazione di valore dell’organizzazione.

Social Innovation Management

Praticare, promuove il cambiamento dentro e fuori il perimetro delle organizzazioni. Adattarsi alla complessità. Sostenere la trasformazione attraverso l’apprendimento continuo. Il Social Innovation Management, così come lo intendiamo, è la traduzione, agita e sostenuta da consolidate metodologie lean e agile, che investe non solo i prodotti o i servizi di un’organizzazione, ma la sua cultura, le sue relazioni, i suoi processi decisionali e l’essenza stessa della sua value proposition. In altre parole il suo stesso modo di stare sul mercato.

Business Model Strategy

Dagli stock ai flussi, dalla linea al cerchio. Nell’epoca della varianza e delle interconnessioni il modello di business è una guida sicura per non perdersi nel mare della complessità. Ma dalla economia circolare alla sharing economy passando per l’economia collaborativa, i tradizionali modelli sono quotidianamente sfidati e messi sotto pressione: ad Ulis lavoriamo con i nostri clienti per individuare nuove linee di business capaci di valorizzare il capitale umano delle organizzazioni costruendo forme più avanzate di sostenibilità e fiducia.

Il nostro approccio

Stakeholder engagement

Partire dai bisogni per co-progettare soluzioni e proposte. Lo stakeholder engagement è lo strumento di ascolto, dialogo e coinvolgimento dei principali interlocutori all’interno di un’organizzazione, o sul territorio, finalizzato a incoraggiare la qualità nei rapporti, attivare processi di ascolto e soddisfazione delle relative istanze e avviare opportunità di partnership innovative. Medium tra i bisogni di un’organizzazione e le istanze di innovazione sociale, attraverso lo stakeholder engagement l’organizzazione ristruttura la propria catena del valore, rafforza la propria reputazione e incrementa capitale sociale e fiducia.

Valorizzazione asset dormienti

Nell’epoca dell’abbondanza continuiamo a ragionare con gli occhi e il paradigma della scarsità. E’ questo il (triste) paradosso della nostra epoca dove l’inadeguatezza delle metriche e l’obsolescenza dei dispositivi legali e amministrativi ci impediscono di individuare, riconoscere e valorizzare gli stock di risorse materiali e immateriali presenti nel societale. Eppure la vera innovazione sociale passa (anche) dalla valorizzazione degli ”idle asset” che, attraverso l’intermediazione delle piattaforme digitali (le vere infrastrutture del XXI secolo), abilitano e rendono produttive nuove attività sociali capaci di rispondere a vecchi e nuovi bisogni.

Misurazione impatto sociale

Comprendere l’efficacia degli interventi, offrire chiari meccanismi di accountability, condividere un lessico e una grammatica comune tra donatori, enti e organizzazioni del Terzo Settore.  E’ all’interno di questa cornice che si inserisce la tematica sempre più attuale della misurazione di impatto sociale, destinata a intersecare maniera inedita e rinnovata profit e no profit. In quest’ottica proponiamo strumenti e metodologie di valutazione consolidati (teoria del cambiamento, SROI, partecipatory impact assessment ecc ecc) che partendo da un assessment dell’organizzazione, o dei progetti, renda trasparente la loro capacità di modificazione del reale e la conseguente possibilità di essere scalati e replicati.

PARTNER

COLLABORIAMO CON